Lunedì 11 dicembre 2017
orario continuato 08:00 - 20:00

EnerZona

Dieta Enerzona

Dieta Enerzona

Il suo ideatore Barry Sears, dopo numerosi studi, si convinse che il cibo può diventare un alleato per sentirsi in piena efficienza. Da qui è nata l’intuizione per realizzare la Zona, una strategia nutrizionale ideata con lo scopo di modulare la produzione di ecosanoidi, un’importante categoria di ormoni. Le prime persone sulle quali Barry Sears ha testato il suo metodo alimentare sono stati dei grandi atleti. Ogni sportivo sa che esiste un stato di forma fisica e mentale chiamato “zona” in cui è possibile migliorare le prestazioni. E’ una condizione fuggevole e difficile da raggiungere, ma quando si è in “zona” tutto diventa facile perché l’organismo raggiunge uno stato ideale. Perché non ipotizzare di estendere e prolungare questo stato di grazia a tutti coloro che hanno una particolare attenzione al benessere? Quando si parla di alimentazione, si ricorre molto spesso alle calorie per stimare un alimento o una dieta. Anzi, le calorie sono diventate lo strumento più utilizzato per qualsiasi tipo di valutazione: per stabilire quanto mangiare, per scegliere gli alimenti, per comporre le ricette e i pasti. Negli ultimi decenni le calorie e i grassi, in quanto nutrienti molto calorici, hanno polarizzato l’attenzione perché vengono ritenuti i responsabili dell’aumento di peso delle popolazioni cosiddette industrializzate che sono afflitte da questo problema. Ciò nonostante, questo approccio non è servito a risolvere il problema che, anzi, è in continuo e progressivo aumento. Si può allora cambiare punto di vista e ritenere che le calorie non siano il miglior modo per valutare il cibo. L’organismo infatti non è semplicemente una macchina, alla quale viene troppo spesso e superficialmente paragonato, ma un congegno metabolico che risponde in modo attivo al cibo ingerito. Consideriamo i carboidrati e le proteine: dal punto di vista calorico sono equivalenti, perché entrambi apportano per grammo 4,1 calorie. Ma la risposta ormonale che inducono è opposta: i carboidrati stimolano la produzione di insulina, le proteine agiscono sul glucagone. Non tenere conto di questo aspetto può portare a conclusioni sbagliate sulla causa dell’aumento di peso. Ciò non significa che per dimagrire si debbano mangiare solo proteine, perché è una conclusione sbagliata. Significa invece che i parametri in gioco per valutare una corretta alimentazione non sono solo le calorie.

  • Via Fiori Oscuri 13
    20121 Milano (MI)
  • tel. 02.86.46.19.49
    fax 02.85.91.00.71
  • Lunedì - venerdì: 8.00 - 20.00
    Sabato-domenica chiuso.